Com’è andata

Com'è andata a finire al concorso per vignettisti di Medici Senza Frontiere? E' andata bene. Non solo per i 2.400 like incassati (che capirai). E non solo per le oltre 400 condivisioni, che comunque sono soddisfazioni. E non solo perché la nostra vignetta diventerà una maglietta. E' andata bene anche per i commenti: non quelli di... Continue Reading →

Annunci

Ma sono pazzi, ad aprire una cosa del genere a Rovigo?

A Rovigo c'è una minuscola galleria d'arte (una "Art Room") in via Mazzini. E' una di quelle cose che fanno dire alla maggior parte di noi: "Ma sono pazzi, ad aprire una cosa del genere a Rovigo?" Dove i pazzi sono quelli che cercano di fare qualcosa di completamente insensato, rispetto al sentire comune, perché... Continue Reading →

La società della vendetta

Fermi tutti, c'è un nuovo bersaglio a cui indirizzare il nostro rancore, questa settimana: è la sessantenne friulana, che i titoli di giornale hanno già soprannominato "baby pensionata record". La sua colpa? Ha iniziato a lavorare a 14 anni, dopo 15 anni s'è stufata e a 29 anni è andata in pensione. Come sottolineano i... Continue Reading →

Una vignetta di successo

Qualche giorno fa, a Granzette, s'è svolto un torneo di calcio tra squadre miste di italiani, richiedenti asilo e rifugiati. Per l'occasione, gli organizzatori ci hanno chiesto di potere utilizzare una vignetta per fare delle magliette. Ovviamente abbiamo detto di sì, figurarsi. E' che stupisce come una vignetta, proprio quella vignetta, continui a gironzolare e... Continue Reading →

Un popolo di rivoluzionari

Su un gruppo Facebook di razzisti di Rovigo e dintorni, si felicitano di quanto sta avvenendo nel Delta ferrarese, dove bande di cittadini hanno deciso di fermare con barricate l'arrivo di un pullman con 20 "profughi", donne e bambini. E' ovvio. Il gruppo è dedicato ad una causa miserabile (cacciare via i clandestini) e formato in... Continue Reading →

Un Dampyr brutto, sporco e cattivo

Ogni tanto cedo all'acquisto compulsivo di volumi a fumetti che riprendono cose che già stanno sulle mensole da una vita. L'ho fatto con il volume su Magico Vento, "La guerra delle Black Hills" (e ne valeva la pena) e ci sono ricascato con il volume "Il figlio del diavolo", che ripropone le prime due storie... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑