Da oggi e ancora per qualche ora, milioni di italiani smetteranno i panni del CT della nazionale per deliziarci con la loro seconda specializzazione: l’economia.

Seguo il dibattito su Facebook, tra chi denigra il popolo inglese per la scelta di abbandonare l’Europa e chi se ne rallegra e compiace. Le analisi, le previsioni sugli effetti economici, le considerazioni politiche si sprecano, nel sempre più rapido scorrere del chiacchiericcio virtuale.

Sul fronte degli eurocritici, resto colpito dal giubilo dell’europarlamentare Matteo Salvini, che evidentemente non vede l’ora di uscire dall’Unione Europea, perdere il proprio posto all’europarlamento e trovare un modo alternativo per guadagnare la svagonata di migliaia di euro che guadagna attualmente.

In concomitanza, milioni di analisti autodidatti stanno infestando Facebook con analisi del voto inglese, ovviamente con le infografiche, che si fa presto a leggerle. Ad esempio questa, che va molto di moda in queste ore.

brexit4

I giovani inglesi hanno votato per rimanere nell’UE. Come lo so? L’ho visto in una infografica. Ovviamente è un sondaggio, eseguito su un campione di poco più di 1.600 persone. Ma tanto basta: lo riprendono tutti, proclamando che a votare per il Brexit sono stati i maledetti vecchiacci, che tanto a loro non frega niente della possibile catastrofe. Tanto loro hanno un piede nella fossa. Ho letto, giuro, anche questo in un’infografica. Come nelle assemblee di condominio, gli anziani tengono bloccati i lavori di rifacimento della facciata, sapendo che non vivranno abbastanza da vederla crollare.

Non solo i vecchi, ma pure gli ignoranti hanno votato in massa per uscire dall’Unione Europea. E’ tutto vero! Ce lo dice un’altra infografica, un po’ meno inflazionata, probabilmente perché più difficile da leggere.

brexit2

Anche qui, logica vuole che parliamo di sondaggi. Prendiamolo per buono. Se però vogliamo un dato più affidabile, guardiamo la geografia del voto, in un’altra infografica che sta infestando le bacheche Facebook.

brexit3

Chiaro? Scozzesi, Irlandesi e un po’ di Gallesi vorrebbero rimanere nell’Unione Europea, ma quegli stronzi inglesi hanno votato in massa per uscire.

Prendendo per buone tutte le analisi precedentemente illustrate, viene da dedurre che gli scozzesi sono non solo giovanissimi, ma pure molto colti. E che a decidere per l’uscita dall’Unione Europea è stata una massa di inglesi, popolo tendenzialmente vecchio e ignorante. Così si consolano gli europeisti.

Gli euroscettici, per fortuna, non hanno bisogno di infografiche. Per loro, semplicemente, sta soffiando un vento di libertà e gli inglesi si sono liberati del giogo della perfida Unione Europea, per farsi una botta di cazzi loro.

Ho come il sospetto che la situazione sia un po’ più articolata di quanto ci consentano le nostre inutili e superficiali chiacchiere a vuoto su Facebook. Ma fa lo stesso. Oggi siamo un po’ tutti economisti. E anche un po’ analisti politici. Tendenzialmente senza avere letto nulla di veramente sensato sull’argomento.

In ogni caso, tranquilli. La moda durerà per le prossime 48 ore. Al massimo fino alla morte di una nuova celebrità o fino al prossimo gorilla ammazzato in un zoo americano.

Annunci