Laura Ferracioli: l’arte e la quotidianità

Chi avesse l’abitudine di frequentare il Multispazio Ragazzi in piazza Garibaldi, avrà notato che, fin dall’inaugurazione, è abbellito da alcuni strani personaggi colorati, sorta di fate ed elfi aggiornati alla moda degli anni Duemila.

Ora, io sono sicuro che i tre tipi che appaiono (una ragazzetta a righe con le codine, un elfo punk con un computer sotto braccio e una tipa con gli occhialoni e le trecce verdi) hanno un nome e una storia.

Lo so, perchè li ha disegnati Laura Ferracioli, che non a caso è uno dei più grandi talenti di Rovigo, città a cui ha fatto ritorno alcuni anni fa, dopo un decennio trascorso a Barcellona, dove pare che l’illustratore sia considerato un lavoro. E’ sicuramente l’illustratrice più capace in città. E non solo per il suo segno.

Il suo stile è incredibile, capace di fondere la fiaba, il glamour e le geometrie futuriste. E ciò che trovo più affascinante è la capacità di mescolare queste cose – l’arte e le cose di tutti i giorni – con totale disinvoltura. Credo non sia un caso che proprio lei mi abbia raccontato come Fortunato Depero, uno dei maggiori artisti futuristi, abbia disegnato la bottiglietta del Campari.

Mi pare che la grandissima dote di Laura sia proprio riuscire a portare progetti artistici (di alto livello) nella vita quotidiana. O almeno di provarci. Sicuramente ci è riuscita con la Ritzenhoff, per cui ha disegnato vari oggetti per la casa.

L’altra grandissima dote è di andare oltre l’illustrazione. Il caso del Multispazio Ragazzi è un buon esempio: ha creato tre personaggi “mascotte”, attorno ai quali si sarebbe potuto costruire per anni materiale promozionale coordinato con l’immagine del Multispazio. (Ovviamente – siamo a Rovigo – non è stato fatto). Insomma, le sue illustrazioni spesso e volentieri sono piccole narrazioni.

Laura Ferracioli esporrà alcune sue opere al caffè “Antico Coghetto” in via Cavour a Rovigo, a partire da sabato 5 marzo. L’inaugurazione è alle 19.00. Il suo ultimo libro – un’autoproduzione che è una gioia per gli occhi – è “Noi: femminile plurale”, acquistabile alla libreria “Calibrì” di Rovigo e (credo) in fumetteria.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...